Calciatrici in lingerie, la sensualità in campo arriva dal Regno Unito!

In Gran Bretanga è stata istituita la "Lingerie Football League", un campionato di calcio femminile dove tutte le partecipanti dovranno indossare intimo per giocare. L'idea nasce da Gemma Hughes che, per sponsorizzare il calcio femminile, ha avuto questa fantastica e originale trovata commerciale che permetterà di incassare particolare attenzione dai media e sicuramente diversi incassi dai ticket.

In realtà l'idea non è del tutto farina del suo sacco, se ben ricordate abbiamo parlato qualche articolo fa della "Legends Football League", una lega americana di football femminile giocato in lingerie. In più, fu inizialmente l'ex presidente FIFA Sepp Blatter a consigliare alle calciatrici di indossare abiti più succinti per suscitare maggiore interesse e quindi più profitti.

Nonostante ciò, Gemma Hughes ha avuto la brillantezza e la convinzione di questa cosa, e ha istituito questo campionato che sta raccogliendo molto successo ma anche molte critiche. Tante persone accusano la Hughes di essere sessista e affermano che il campionato alimenta l'immagine della donna come oggetto del desiderio, d'altra parte Gemma invece sostiene che la donna viene esaltata in questa competizione e rivalutata anche nell'aspetto sportivo.

Sinceramente pensiamo che la parola "sessista" oggi sia molto di moda e che le persone sanno vedere il marcio un pò ovunque, in fin dei conti potrebbe davvero essere una buona idea per raccogliere fondi e valorizzare sempre di più il calcio femminile che, da un punto di vista tecnico è migliorato esponenzialmente negli ultimi anni! Concludendo: Facciamo un grosso applauso e un grosso in bocca al lupo a Gemma Hughes e a queste ragazze, sperando che il calcio femminile possa diventare seguito proprio come la pallavolo!